Parco Giardino Sigurtà

Una giornata al Parco Giardino Sigurtà, a Valeggio sul Mincio, è un’esperienza unica, ricca di storia, colori, profumi, imperdibile per chiunque passi dalle parti di Verona.

Il parco deve le sue origini al patrizio Contarini, che, acquistata l’intera proprietà originariamente agricola, nel 1407 decise di realizzare un giardino adiacente alla casa padronale, per lo svago dei suoi nobili ospiti. L’allora tenuta crebbe ancor di più sotto la famiglia Guarienti, e il giardino con essa; ma il suo definitivo splendore  e conversione a parco avvenne quando la famiglia si unì nel 1626, per matrimonio, alla stirpe Maffei. Splendore e declino si susseguirono per secoli, finchè il dottor Giuseppe Carlo Sigurtà, ricco industriale farmaceutico, non acquista nel 1941 l’intera tenuta, oramai in totale abbandono, e la riqualifica completamente, grazie anche a un antico diritto di prelevare l’acqua del vicino fiume Mincio, da lui riscoperto.

Da quel giorno splendore e bellezza al Parco Giardino Sigurtà si sono manifestati in ogni nuova fioritura, in ogni aiuola minuziosamente potata, in ogni albero ricco di storia, in ogni stagno.

Ogni mese infatti una nuova fioritura ridisegna completamente il parco: sul finire dell’inverno fioriscono i crochi e all’inizio della primavera sono i narcisi, i giacinti, i muscari, i tulipani, la fritillaria, l’allium e le peonie a dettare il colore; poi seguono gli iris in aprile, le rose in maggio e per tutta l’estate dalie, hibiscus syriacus, canna indaca e  girasoli; negli stagni ninfee e fiori di loto sul limitare; nelle zone più ombreggiate le ortensie dai diversi colori; a settembre gli aster, per tutto la zinnia, il coleus, le impatiens e sunpatiens, il tagete, o garofano indiano e le begonie continuano a riempire il parco di colori; infine per un solo giorno d’estate si può ammirare lo splendido Hemerocallis.

Attrazioni

Ma il Parco Giardino SIgurtà  ha molto di più da dare, perchè ogni passeggiata racchiude una sorpresa:

  • Il bellissimo Viale delle Rose, da percorrere per tutto il suo chilometro di lunghezza, in modo di ammirare le 30.000 selezionate rose che sbocciano in primavera.

  • Il Labirinto, un dedalo di aiuole che racchiudono una torretta dalla quale ammirare il giardino;

  • il Grande Tappeto Erboso, la più estesa area del parco dove perdersi tra laghetti fioriti e piante annuali;

  • il Giardino delle Piante Officinali, con le più svariate piante terapeutiche ben conosciute dalla famiglia Sigurtà, che volle questo giardino;

  • i Giardini Acquatici, così suggestivi con i loro riflessi di colori floreali;

  • la Meridiana Orizzontale, con le sue originali geometrie;

  • il Monumento a Carlo Sigurtà, dello scultore Dante Carpigiani,;

  • l’Eremo di Laura, dove contemplare una statua della Madonna o sedersi sulla Panchina degli innamorati;

  • la Pietra della Giovinezza, dove sono incise le parole del poeta Samuel Ullman

  • il Castelletto, un edificio merlato voluto dal marchese Antonio Maffei e inizialmente adibito a sala d’armi;

  • la Grande Quercia, con i suoi quattro secoli di storia, i 6 mt di circonferenza del tronco e 120 della chioma, è senz’altro un esemplare unico;

  • i bossi, le cui siepi, lasciate crescere nelle loro forme bizzarre, conferiscono al parco un aspetto davvero originale;

  • la Valle dei Daini, per ammirare questi eleganti mammiferi in un’area a loro riservata;

  • la Fattoria Didattica, un’area ludico-didattica dove i bambini e le famiglie possono scoprire e interagire con tanti animali della fattoria, come asini e caprette.

Video ufficiale:

Esplorare il parco è davvero un’esperienza meravigliosa, che si può vivere in tanti modi: innanzitutto a piedi, per godere non solo della bellezza del parco, ma anche del tempo che si dilata e della quiete in cui ci si immerge; per chi ha fretta c’è il trenino, che darà modo ai suoi viaggiatori di scoprire il parco e tanti segreti in soli 35 minuti; in bicicletta, che si può anche noleggiare ad ore, e così godere il parco in totale autonomia; in golf cart elettrici, che portano fino a 4 persone in una visita guidata per il parco grazie al gps; in shuttle, dove fare un vero e proprio tour con una guida professionista.

Ma non solo passeggiate, perchè al Parco Giardino SIgurtà è possibile disporre di uno spazio di 550 mq, ai margini del Viale delle Rose, o del Castelletto, in grado di ospitare  un massimo di 40 persone,  per eventi di diverso tipo. Matrimoni, meeting aziendali, conferenze o eventi business, qualsiasi sia l’occasione, il parco è senz’altro la location giusta.
Inoltre al parco sono dislocati ben 7 punti ristoro, con aree pic nic dedicate, e, a 300 mt dall’ingresso, si trova il Ristorante Sigurtà, servito da un servizio navetta, dove gustare i piatti tipici locali, come i tortelli di zucca e la deliziosa torta sbrisolona.

Orari

Il Parco è aperto dai primi di marzo ai primi di novembre tutti i giorni, dalle 9.00 alle 18.00 in marzo, ottobre e novembre, e dalle 9.00 alle 19.00 i restanti mesi

Prezzi

Ingresso gratuito per i bambini fino a 4 anni e per i disabili al 100%, con certificazione;  € 7,00 ragazzi fino a 14 anni, € 14,00 adulti, € 10,00 over 65 e accompagnatori di disabili. Abbonamenti stagionali € 65,00 adulti, € 30,00 ragazzi; abbonamenti da marzo al 30 aprile € 20,00 adulti, € 12,00 ragazzi

Come Arrivare

Il parco si trova a Valeggio sul Mincio, in provincia di Verona, si raggiunge comodamente sia in auto, in treno, in autobus e in aereo. Notizie dettagliate si possono consultare sul sito del parco.

Per maggiori informazioni visitare il sito ufficiale: www.sigurta.it

Eventi
Al momento non è presente alcun evento.